fbpx
idee vino

I vini per la Pasqua 2022

Pasqua è un’altra grande occasione in cui degustare un po’ di vini durante pasto, per fortuna (o per qualcuno sfortuna) in compagnia di amici e parenti.

A differenza di Natale e Capodanno arriva in un periodo primaverile e quindi possiamo cambiare i piatti da assaporare, vediamo insieme alcune proposte di Cantine del Cerro per i vini da degustare a Pasqua.

Vi ricordiamo che il vino è un’esperienza da condividere soprattutto a Pasqua!

Antipasti

Per antipasti a base di salumi,  vi proponiamo due rossi frizzanti come il Bonarda e il Gutturnio, ideali perché danno leggerezza al palato ed esaltano la sapidità dei prodotti. Nel caso possono anche essere bevuti freschi (non freddi di frigo, mi raccomando)

Se si opta per degli antipasti a base di pesce, si possono abbinare due bianchi di corpo fermi e secchi, come il Pecorino e il Lugana. Riempiono il palato di sapore esaltando la delicatezza della pietanza.

In primavera per stare leggeri si può scegliere di iniziare con degli antipasti a base di verdura. Con sformati e torte salate vi consigliamo di accompagnare il pinot grigio, che ha la delicatezza decisa giusta per accompagnare tutti i gusti, anche quello dei carciofi.

Primi piatti

Per i primi a base di carne, come i classici cannelloni o lasagne, ma anche con le sempreverdi tagliatelle al ragù di cinghiale, trattandosi solitamente della portata principale, vi proponiamo di osare e iniziare con due rossi strutturati e di buon grado come il Novecento23 o il nostro Ripasso.

Se si sceglie di proporre dei primi a base di pesce o di verdure, come le lasagne agli asparagi o una pasta allo scoglio, possiamo abbinare dei bianchi con note aromatiche, come il Muller Thurgau o il Gewurztraminer che esaltano i sapori speziati, lasciando il palato asciutto e pronto alla pietanza.

Grande specialità di Pasqua potrebbe essere la carbonara, piatto semplice, ma sempre apprezzato, al quale a seconda dei gusti si possono abbinare sia un rosso di corpo come la Rondinella, ma anche che un bel (e soprattutto buono) Franciacorta Brut Metodo Classico.

Secondi piatti

Se continuiamo con dei secondi di carne, come coniglio al forno o agnello alla griglia, vi consigliamo di abbinare un rosso erbaceo come il cabernet sauvignon, in alternativa, per chi desidera gusti più decisi, il chianti dei colli senesi è perfetto.

Per secondi di pesce come la frittura di calamari o salmone gratinato possiamo usare un bianco mosso come il prosecco o il pinot, ottimi per alleggerire la bocca e dai sapori delicati che si amalgamo perfettamente con la proposta dello chef.

Prendiamo una piccola pausa per lasciar decantare tutti i sapori, ci manca solo il fine pasto.

Dolce

Se si completa il pasto con la pasticceria secca, il classicissimo moscato d’asti fermo riempie il palato di aromi e profumi.

Con le creme serve leggerezza e aromaticità, la malvasia frizzante del piacentino ci sembra un’ottima scelta

Special guest – fine pasto 

Come terminare un bel pasto pieno di sapori?

Per gli intenditori vi proponiamo la grappa Groppello barricata, una vera specialità della Franciacorta nata da capacità e passione.

Se si desidera qualcosa di meno impegnativo e ma egualmente soddisfacente il Limoncerro è quello che fa per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi:

Leggi anche:

Seguici sui Social:

dove siamo:

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e gli eventi di Cantine del Cerro!

Articoli correlati: