fbpx
degustazione-prosecco-fn

Scopriamo assieme il …. bianco 223 pro, il vino a fermentazione naturale

In questo articolo vi raccontiamo il BIANCO 223, IL PROSECCO A FERMENTAZIONE NATURALE che abbiamo provato in diretta per voi.

Vino bianco frizzante, semisecco. Colore giallo intenso uniforme, con riflessi dorati. Profumo fresco e penetrante, note floreali. Sapore leggermente asciutto e speziato. La briosità è intensa senza essere invadente. 11.5% gradazione.

Un metodo... ancestrale!

 

Vini del Cerro:

Sono vini scelti personalmente dalla famiglia Gasparri, valutando sia la qualità del prodotto che del produttore. Proponiamo prodotti genuini e un’ampio assortimento, per soddisfare i palati più esigenti. A richiesta, i vini vengono imbottigliati nella nostra cantina con la riempitrice a depressione o con quella isobarica e sigillato con il tappo corona.

Non fatevi ingannare dal tappo

 Il tappo corona è i miglior sistema di chiusura per mantenere inalterate le caratteristiche del prodotto. Infatti, assicura che la bottiglia sia sigillata perfettamente, evitando micro-ossigenazioni indesiderate che danneggerebbero i vini pronti da bere, che non necessitano dell”invecchiamento” in bottiglia. Si beve il vino non i tappo! Per curiosità e approfondimenti sulle diverse tappature.

L’uva prosecco: dal 2009 non esiste più, infatti durante il conferimento della D.O.C. al vino prosecco si è dovuto chiamare tale uva Glera. Il vitigno era conosciuto e coltivato fin dall’epoca romana nella zona di Trieste e da tale zona si diffuse in tutti gli (attuali) Friuli, Dalmazia e Veneto. Nelle prime due zone però venne progressivamente abbandonata, mentre nella zona di Treviso conobbe un grande successo e rimase per molto tempo. Oggi viene gradualmente reintrodotto nelle zone storiche.

Fermentazione naturale: il vino ha già raggiunto il grado alcolico desiderato (prima fermentazione subito dopo la pigiatura) e siamo ormai giunti in primavera a questo punto si può far partire una seconda fermentazione che trasformerà gli zuccheri in anidride carbonica. In questo caso la fermentazione è naturale e non indotta ed avviene in bottiglia ad opera dei lieviti presenti nel vino e permette di dare delle bollicine fini ed intenseImpreziosendo il vino del delicato sapore dei lieviti.  È una parte fondamentale del metodo classico.

L’imbottigliamento
Il nostro BIANCO 223, IL PROSECCO A FERMENTAZIONE NATURALE viene posto in bottiglia appena inizia a scaldarsi l’aria. Quest’anno è stato il 27 Marzo. Il vino in questa fase non è ancora frizzante e quindi si procede con la riempitrice a vuoto.

Il vino è un’esperienza da condividere, quindi fateci sapere cosa pensate del IL PROSECCO A FERMENTAZIONE NATURALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi:

Leggi anche:

Seguici sui Social:

dove siamo:

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e gli eventi di Cantine del Cerro!

Articoli correlati: