fbpx
Moscato passito

Scopriamo assieme… IL PASSITO DI CANTINE DEL CERRO

In questo articolo vi raccontiamo il PASSITO DI CANTINE DEL CERRO che abbiamo provato in diretta per voi.

Vino, bianco, fermo, dolce liquoroso. Colore ambrato, tipico dell'appassimento, con riflessi ramati. Profumo intenso, liquoroso ed avvolgente. Sapore spiccata la nota alcolica ben armonizzata con i sapori di frutta secca tostata. 16% vol.

Pazienza e capacità per esaltare al meglio le caratteristiche del moscato.

 

Vini del Cerro:

Sono vini scelti personalmente dalla famiglia Gasparri, valutando sia la qualità del prodotto che del produttore. Proponiamo prodotti genuini e un’ampio assortimento, per soddisfare i palati più esigenti. A richiesta, i vini vengono imbottigliati nella nostra cantina con la riempitrice a depressione o con quella isobarica e sigillato con il tappo corona.

Uva Moscato: Il suo nome deriva da “muscum”, ovvero muschio, un’essenza che veniva estratta per creare profumi pregiati. Si tratta di un vino conosciuto già dagli antichi greci che lo importarono nelle colonie dell’Italia Meridionale, mentre si deve agli antichi romani la diffusione del vitigno in tutta la penisola. Ancora oggi è coltivato in quasi in tutte le regioni, soprattuto in Piemonte, Puglia, Toscana, Sicilia, Trentino Alto Adige, Molise, Veneto e Friuli. All’estero lo troviamo soprattutto in Francia, Spagna, Grecia e anche Sud Africa. Il Vino Moscato è caratterizzato da un profilo intenso e un gusto dolce, un colore giallo paglierino, dai riflessi dorati. I profumi sono aromatici con note fruttate e floreali. Assolutamente da provare.

L’appassimento: questa tecnica ha le sue radici in un passato molto lontano è dall’epoca dei Romani che si è iniziato a far “seccare” le uve prima della pigiatura.  L’appassimento porta ad un’alta concentrazione dello zucchero all’interno degli acini, che regala poi al vino più corpo e struttura. L’esperienza che serve per portare al giusto appassimento le uve è molto elevata, soprattutto nel caso di questo Passiti. Infatti si opta per l‘appassimento su graticci. L’uva selezionata viene posta su delle reti ed esposta al sole di settembre. Per evitare che l’aggressione da parte degli insetti viene coperta con delle sottilissime reti. Quando si è raggiunto il giusto grado zuccherino (tipicamente dopo circa 15-20 giorni) si procede alla pressatura.

Il vino è un’esperienza da condividere, quindi fateci sapere cosa pensate del PASSITO DI CANTINE DEL CERRO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi:

Leggi anche:

Seguici sui Social:

dove siamo:

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e gli eventi di Cantine del Cerro!

Articoli correlati: