Lambrusco amabile

Scopriamo assieme il… LAMBRUSCO AMABILE DI PUIANELLO

In questo articolo vi raccontiamo il LAMBRUSCO AMABILE DI PUIANELLO che abbiamo degustato durante la nostra pausa lavoro con un bel piatto di pasta al pesto.

Vino rosso frizzante, amabile. Colore rosso rubino intenso. Profumi intensi e caratteristici . Sapore amabile, pieno e corposo, intenso e persistente. 8,5% gradazione.

 

Come l’abbiamo trovato: un vino adatto alla circostanza, non troppo impegnativo sia nel gusto che nel grado alcolico. La delicata frizzantezza contribuisce a renderlo un vino piacevole. Tipico gusto sapido di lambrusco che contrasta molto bene con il retrogusto amabile. Lo consigliamo per i momenti in compagnia tra amici: cene informali e rilassanti incontri estivi.

Se vi abbiamo incuriosito, potete provare il nostro LAMBRUSCO AMABILE DI PUIANELLO [button link=”https://www.cantinedelcerroshop.it/scheda/LAMBR+Puianello+AMABILE+cl+75/RADICE/00450.02″ type=”big”] QUI[/button]

Ma non abbiamo ancora finito, il vino è cultura e a noi piace conoscere i luoghi e le tradizioni che lo accompagnano

Zona di coltivazione: Puianello, frazione orientale di Quattro Castella, Puianello si trova in territorio pedecollinare (140 m s.l.m), lungo il quale corrono la strada statale 63 del Valico del Cerreto. “Siamo nel cuore della regione del Lambrusco, per questo riceviamo diverse qualità di questa uva autoctona. Scoprire il ruolo di ciascuna varietà è un percorso che stupisce: il L. Montericco è per eleganza, acidità e freschezza, il L. Grasparossa è per struttura e note di frutta a bacca rossa, il L. Barghi arriva ad offrire inaspettate note speziate. Un ventaglio di Lambruschi che pare continuare senza fine: L. Marani, L. Maestri, L. Salamino… possono essere abbinati come uvaggio, ma sarà l’incontro col monovitigno ad offrire un’esperienza davvero unica.”

Lambrusco: un uvaggio raffinato e preciso per esaltare ogni gusto caratteristico 30% Lambrusco Salamino, 30% Lambrusco Marani, 30% Lambrusco Maestri e 10% Ancellotta.

Coltivata fin dall’epoca romana è l’uva tipica  nelle province di Modena e Reggio Emilia, in quantità minore nella Provincia di Parma ed in Lombardia nella Provincia di Mantova. Proprio a quel periodo risale il nome, che deriva o da labrum (margine dei campi) e ruscum (pianta spontanea): la vite “la-brusca” sarebbe quella che cresce incolta ai margini dei campi, oppure dalla fusione dei termini labo (prendo) e ruscus (che punge il palato), da qui anche l’origine della parola “brusco”. Questa parola infatti, è identificativo di quella caratteristica tipica dei vini giovani, collegata ad una contenuta acidità e tannicità vivaci e gradevoli.

Se avete domande, curiosità o altro sul LAMBRUSCO AMABILE DI PUIANELLO scrivetela nei commenti o chiamateci senza problemi.Alla prossima

Simone Gasparri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Leggi anche:

Seguici sui Social:

dove siamo:

Restiamo in contatto!

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle novità e gli eventi di Cantine del Cerro!

Articoli correlati: